News - Ridurre la plastica, il nostro obiettivo


...

“L’impegno di Coop nella riduzione dell’uso della plastica

Ci impegnamo da anni nella riduzione della plastica aderendo alla campagna di impegni su base volontaria lanciata dalla Commissione Europea, attraverso la quale ci siamo posti l’obiettivo di ridurne l’uso su tutti i nostri prodotti a marchio, sostituendo 6.400 tonnellate annue di plastica vergine con quella riciclata entro il 2025.

Già oggi un buon lavoro è stato fatto sulle plastiche monouso: diversi prodotti in plastica tradizionale sono stati sostituiti con materiali biodegradabili e/o compostabili come piatti e bicchieri in PLA dal 2004, o i bastoncini di cotone per le orecchie a marchio Coop, biodegradabili da anni anche se per la legge italiana dovranno esserlo solo dal 2019.

Oltre all’adesione alla campagna volontaria, prevediamo di aggiungere entro il 2022, quindi con 8 anni di anticipo, gli ulteriori obiettivi che l’Unione Europea ha posto come obbligatori entro il 2030. In questo modo, nell’arco di un quadriennio tutti i prodotti a marchio Coop saranno realizzati con materiali di imballaggio riciclabili, o compostabili, oppure riutilizzabili. I prodotti della linea “Vivi Verde”, che dedica una particolare attenzione alla tutela dell’ambiente, taglieranno il traguardo già a fine 2019.

E non ci siamo dimenticati del mare. In materia di marine litter (rifiuti marini), infatti, abbiamo promosso il “Arcipelago Pulito”. Questo progetto, che ha avuto come protagonista la nostra cooperativa associata Unicoop Firenze, avviato a metà aprile, ha incentivato i pescatori a riportare a terra e smaltire correttamente i rifiuti recuperati durante la quotidiana attività di pesca. Grazie a questo progetto, frutto di un accordo volontario con il Ministero dell’Ambiente, Legambiente, la Guardia Costiera della Toscana, l’Autorità di sistema portuale del Mar Tirreno Settentrionale, la società Labromare concessionaria per la gestione dei rifiuti nel porto di Livorno, l’azienda di raccolta e riciclo dei rifiuti Revet e la cooperativa di logistica integrata Cft, già durante la fase sperimentale sono stati raccolti 16 quintali di rifiuti plastici.