Il prodotto Coop

GLI IMBALLAGGI “LEGGERI” DEI PRODOTTI A MARCHIO COOP

L’attenzione di Coop alle tematiche della sostenibilità ambientale ha prodotto negli anni una serie di risultati volti a sviluppare prodotti a marchio a bassissimo impatto ambientale e iniziative indirizzate ad una maggiore informazione dei consumatori. In particolare Coop negli anni ha maturato una lunga esperienza in:
- applicazione di una policy sul packaging avente come obiettivo il rispetto dell'ambiente, dalla progettazione allo smaltimento, per la riduzione a monte del consumo di risorse e a valle della produzione dei rifiuti;
- eliminazione delle sostanze potenzialmente dannose nei materiali per l'imballaggio, al fine di facilitare i processi di riciclo;
- utilizzo della minore quantità di materiale da imballaggio ed eliminazione dei sovraimballi non strettamente necessari;
- scelta di materiali da imballaggio riciclati (se non a diretto contatto col prodotto), riciclabili o compostabili;
- inserimento, ove possibile, di ricariche per aumentare il riutilizzo degli imballaggi (prodotti per l'igiene della casa e della persona);
- introduzione di una specifica etichettatura informativa volontaria sui materiali impiegati e le relative indicazioni per una corretta raccolta differenziata;
- coinvolgimento dell'intera filiera di fornitura (produzione, trasformazione, distribuzione);
- adozione per il trasporto lungo tutta la filiera produttiva dell'ortofrutta di casse a sponde abbattibili riutilizzabili.

IL SOSTEGNO AI FORNITORI DI PRODOTTI A MARCHIO COOP

Da oltre un decennio è in atto e si è andata costantemente rafforzando una stretta partnership con i produttori dei prodotti a marchio Coop, finalizzata a sensibilizzare, incentivare e premiare gli interventi virtuosi, volti a ridurre le emissioni di anidride carbonica e l'utilizzo delle risorse. Il progetto, nato come Coop for Kyoto e successivamente denominato Coop oltre Kyoto, dal 2017 ha preso il nome di Coop e la sostenibilità: verso Cop21, che trasmette l’impegno di Coop verso il raggiungimento degli obiettivi di COP 21.

I fornitori di prodotti a marchio, verso i quali Coop si rapporta da sempre in un'ottica di relazioni di lungo periodo, nel tempo sono stati coinvolti in modo volontario e sensibilizzati affinché tra le varie attività adottassero tecnologie e processi produttivi in grado di migliorare i consumi, ridurre gli scarti di prodotto e di imballaggio, destinassero i prodotti non conformi ad iniziative di solidarietà e, viceversa, gli scarti non più consumabili a livello umano verso la produzione di biogas, di energia elettrica o di alimenti per animali, così come individuassero spazi di mercato per i prodotti di seconda scelta.

Ad oggi si può stimare di avere risparmiato, fra il 2005 ed il 2015, attraverso le azioni messe in atto anno per anno dai diversi fornitori di prodotti a marchio Coop, oltre 100.000 tonnellate di CO2 che corrispondono al consumo di energia elettrica per oltre 65 anni di 1000 famiglie! 

Inoltre, nel solo 2015, i fornitori che hanno partecipato al progetto hanno donato quasi 50.000 tonnellate di prodotti a fini solidali e destinato quasi il 20% dei loro scarti e sottoprodotti a valorizzazione energetica.

Ogni anno i vincitori per settore di appartenenza vengono premiati in occasione di un evento pubblico, che nel 2016 è stato organizzato nell’ambito della conferenza finale del progetto LIFE+ Climate changE-R, coordinato dalla Regione Emilia-Romagna, di cui Coop Italia è stata partner. Oltre al riconoscimento per i vincitori, sono state assegnate menzioni speciali ai fornitori più virtuosi in tema di lotta allo spreco.

2016
I risultati